Top Video di Gucci – Tra eccentricità rivoluzionaria e alta moda

Sia nelle canzoni rap che nelle celebrità, Gucci è presente e tutti ne conoscono il nome. I disegni tipici e soprattutto il noto logo GG vengono subito in mente. Che si tratti di scarpe da ginnastica, cinture, occhiali da sole o profumi, Gucci è da tempo un marchio mainstream. Sotto la direzione del capo designer Alessandro Michele, Gucci raggiunge oggi un target del tutto nuovo e soprattutto giovane e star come Harry Styles o Jared Leto sono da un lato idoli, ma anche amanti e volto pubblicitario del marchio. Inoltre, il marchio può essere visto in influencer su Instagram o Youtube ed è ora uno dei marchi preferiti della generazione dei social media.

Storia ed eredità del gruppo della moda

L’italiano Guccio Gucci ha aperto la sua azienda nel 1921 a Firenze, Italia. Tuttavia, a quel tempo c’erano già stati alcuni problemi dopo che le importazioni di pelle non si erano materializzate durante la seconda guerra mondiale. Ma Gucci ha fatto del suo meglio e ha creato la Bamboo It Bag, che ancora oggi ha successo. Negli anni ’50, il figlio di Gucci, Aldo, ha rilevato l’attività dopo la morte di Gucci e ha aiutato il marchio ad ottenere un riconoscimento internazionale con il suo primo negozio negli Stati Uniti e stelle come Grace Kelly come cliente. Aldo Gucci portò la figlia illegittima Patricia, all’epoca un grande scandalo nella società italiana, nel consiglio di amministrazione della società a soli 20 anni. Era la bellissima compagna al fianco del padre nei viaggi di lavoro e, dopo aver fatto la modella in costume da bagno per una campagna pubblicitaria aziendale, è stata chiamata “Gucci Girl”. Poi negli anni Ottanta Aldo Gucci è stato arrestato per evasione fiscale all’età di 81 anni – è morto a 90 anni e prima ancora ha diseredato tutti i suoi figli. Inoltre, a partire dagli anni ’80, l’azienda è in declino dopo che uno dei suoi figli, Maurizio Gucci, ha gradualmente venduto l’azienda ad una società arabo-americana. Nel 1995 la sua ex moglie lo fece uccidere e fu condannato a 26 anni di carcere.

Nel 2004, Gucci è diventata una filiale al 100% del gruppo francese del lusso Kering, e da allora ha vissuto un vero e proprio boom e una completa trasformazione con stilisti come Tom Ford, Frida Giannini e ora Alessandro Michele, tanto che oggi l’azienda è considerata la più forte del gruppo e una delle più importanti aziende di moda del mondo.

Per saperne di più su Gucci.

Fascino e unicità alle sfilate di moda

Le sfilate di moda del marchio italiano di lusso Gucci sono tutt’altro che noiose, sono elaborate e uniche. Soprattutto da quando l’italiano Alessandro Michele è diventato capo designer dell’azienda, Gucci affascina di nuovo con ogni sfilata e collezione. Che si tratti di una scioccante atmosfera da clinica, di un misterioso luogo all’aperto con elementi di fuoco o di un trasparente “carosello”, l’ingegno e le idee folli di Michele non sembrano mai esaurirsi.

“La salute mentale non è moda” – controversa sfilata di moda

Nessuna sfilata di moda negli ultimi anni è stata così controversa e ha attirato l’attenzione come la sfilata della primavera estate 2020. Non solo la mostra in sé, sotto la direzione artistica dello stilista estroverso Alessandro Michele, ma soprattutto la collezione accattivante è stato il discorso del mondo della moda. All’inizio della sfilata, le modelle passano immobili davanti al pubblico, indossando abiti bianchi dalla testa ai piedi, che ricordano l’abbigliamento forzato degli istituti psichiatrici. Una delle modelle ha protestato in silenzio scrivendo “La salute mentale non è di moda” sulle sue mani e tenendole in piedi sulla passerella – ovviamente questo ha causato un certo scalpore. Anche per il resto lo spettacolo è stato uno spettacolo che ha attirato l’attenzione con abiti molto speciali…

Sfilata di moda segreta in un cimitero romano

Il Gucci Cruise Show 2019 ha deliziato con un’atmosfera mistica e una location spettrale, oltre a una collezione di elementi gotici e discoteche. Al centro del cimitero romano di Arles, la casa di moda ha presentato la sua collezione – nebbia artificiale, migliaia di candele e un coro che cantava musica medievale hanno reso questo spettacolo una vera e propria esperienza. La passerella è stata incendiata e le modelle sono passate davanti al pubblico con le loro straordinarie creazioni. Il pubblico è rimasto affascinato ed entusiasta e anche il mondo della moda ha raccontato in toni alti della sfilata di Gucci.

Intima visione del backstage di una sfilata di moda

Dopo la sfilata particolarmente accattivante della casa di moda per la collezione Primavera Estate 2020, le aspettative di Alessandro Michele erano naturalmente particolarmente alte per la prossima sfilata. Gli ospiti si sono riuniti in un’enorme location, una giostra trasparente si trovava al centro e con l’inizio dello spettacolo la vista all’interno era esposta. Si potevano vedere coreografi, stilisti, sarti e modelle tra l’accappatoio e il look finito della passerella. Gli spettatori hanno fatto parte dell’intera procedura di backstage prima della sfilata, che è sempre la parte più snervante delle sfilate per lo stilista. L’intenzione di Michele è stata quella di far partecipare il pubblico in diretta, come è consuetudine in tempi di social media. A proposito, gli inviti per lo spettacolo sono stati inviati in modo speciale – Michele li ha inviati tramite WhatsApp agli ospiti, perché sono personalmente parte di un momento altrimenti invisibile e piuttosto intimo.

Le migliori campagne Gucci – Lana del Rey, Gucci Mane & Jared Leto

Se ci fosse un premio per le campagne più cool, Gucci sarebbe certamente molto più avanti. In collaborazione con Christopher Simmonds, la casa di lusso italiana produce dei veri e propri cortometraggi che fanno venire voglia di guardare Gucci. Che si tratti della campagna Gucci Cruise 2020 con Gucci Mane, della campagna Gucci Guilty con Lany Del Rey e Jared Leto, o della campagna Gucci Psychodelic, tutti questi sentono l’atteggiamento e la gioia di vivere che l’azienda vuole diffondere con la sua moda.

Eccessiva festa in casa con celebrità come Sienna Miller o Gucci Mane

Questa campagna Gucci per la collezione Cruise 2020 è davvero leggendaria e vi farà venire voglia di fare shopping da Gucci. Il video vede la partecipazione di celebrità come Sienna Miller, Iggy Pop, Benedetta Barzini e Gucci Mane a un disinibito party in una villa di Los Angeles. Tutti gli ospiti sono personalità dissolute ed eccentriche e incarnano una vita di festa edonistica e spensierata. Tutte le classi sociali, siano essi chic, ricchi uomini d’affari o famosi rapper, sono vestiti con l’abbigliamento Gucci e possono essere visti sbattere dietro ogni angolo della casa. La campagna incarna una joie de vivre contagiosa che Gucci vuole comunicare ai suoi clienti.

Il glamour degli anni ’60 con Lana Del Rey e Jared Leto

Nella campagna per il profumo Gucci Guilty, la cantante Lana Del Rey e il musicista Jared Leto sono visti come una “coppia di showcase” americani in luoghi iconici di Hollywood. Il tutto è ambientato in una prospettiva retrò, probabilmente ispirata agli anni ’60 e al sogno americano. Entrambi vestiti completamente in Gucci danno una coppia davvero bella e ricordano allo spettatore il glamour della vecchia Hollywood. In sottofondo c’è un’adeguata musica retrò, che rende questa campagna nel suo complesso un vero successo e che vale la pena di guardare un video promozionale.

Campagna psichedelica stridente e colorata in una casa di tradizione italiana

La campagna psichedelica per una capsule collection del marchio di lusso italiano porta lo spettatore in un nightclub colorato degli anni ’70 dall’atmosfera esilarante e trance. Tanto suggestiva quanto i riflessi di luce colorata e le palline da discoteca del video è soprattutto la collezione presentata, che mostra una colorata reinterpretazione del noto logo Gucci. Questa campagna riflette anche l’atteggiamento cool della casa di moda verso la vita in modo eccitante e si rivolge a un target prevalentemente giovane.

Autenticità e glamour attraverso Harry Style e Lana Del Rey

Gucci è un marchio le cui campagne e le cui mode sono progettate per evocare nelle persone un senso di vita e di emozione. Per diffondere questi messaggi, la casa di moda italiana sceglie naturalmente persone speciali per far parte delle campagne. L’etichetta pone particolare enfasi sull’autenticità, cosa che sono riusciti a fare soprattutto con esempi di spicco come Harry Styles e Lana Del Rey.

Teenie preferito Harry Styles nella campagna in corso

L’ex star dei Direction e ora musicista di successo è lui stesso un amante di Gucci e può essere visto in innumerevoli campagne, così come negli abiti della casa di lusso – per esempio, all’ultimo Met Gala di New York, il britannico ha affascinato in un pezzo molto androgino di Gucci. Nella campagna che segue, i ventiseienni sono visti come un giovane con i piedi per terra che passeggia in un sobborgo inglese con un pollo in mano e visita un negozio di pesce e cippato. Per quanto poco appariscente sia questa campagna, con Harry Style come modello, è stata un grande successo e ha attirato molti giovani fan di Gucci.

Collezione di maiali con Jeffree Star e Shane Dawson

L’anno scorso, Gucci ha presentato una collezione molto speciale, con tutti gli abiti, le borse e gli accessori con simpatici emblemi di maialino. Stranamente, questi sono davvero alla moda e stanno diventando sempre più popolari come animali domestici. La collezione è stata un vero successo e ha causato una vera e propria frenesia d’acquisto, soprattutto con il magnate della bellezza e lo youtuber Jeffree Star. Il multimilionario ha acquistato l’intera collezione per un valore di 15.000 dollari e ha sorpreso il suo buon amico di YouTube Shane Dawson, il cui marchio è un maiale. Sfortunatamente, Gucci non ha prodotto un filmato della campagna per questa collezione, ma il VLOG di Jeffree Star dà una visione molto interessante e divertente dei pezzi della collezione.

Lana Del Rey per la campagna anni ’60 per Gucci Guilty

La musicista e cantautrice Lana Del Rey è sinonimo di bellezza naturale e incarna con la sua musica e il suo look unico un’epoca retrò speciale e spesso sentimentale. Nella campagna per il profumo Guilty, l’attrice americana interpreta insieme al cantante Jared Leto una coppia di glamour americani a Hollywood negli anni Sessanta. Con il suo stile e il suo look unici, la cantante è il cast perfetto per il ruolo e ha creato una grande campagna con Gucci. Gucci fornisce una piccola panoramica “BTS” della campagna nel video seguente.

Eccezionali collaborazioni di successo

L’ingegno e le idee creative del capo designer Alessandro Michele sono grandi e così l’italiano è conosciuto soprattutto per i suoi progetti eccentrici e le sue collaborazioni insolite. Il successo e il clamore delle collezioni parla da sé ogni volta e così le collezioni Gucci Ghost, gli Yankees e le collezioni Disney di quest’anno hanno fatto parte degli ultimi anni.

Disney’s Mickey Mouse sulla moda di lusso italiana

In occasione del Capodanno cinese e dell’Anno del Topo di quest’anno, l’azienda di lusso ha collaborato con nientemeno che con la Disney e ha pubblicato un’edizione limitata di mouse design. Al centro dell’attenzione c’è la figura di culto della Disney, Mickey Mouse, che si può vedere su numerosi pezzi come vestiti, borse o anche pantofole da bagno. Per abbinare la collezione, l’azienda di lusso ha prodotto un video promozionale a Disneyland, che si rivolge in particolare al Capodanno cinese. La collezione ha riscosso un grande successo ed è stata venduta in grandi quantità in breve tempo. Oltre al significato che sta dietro al design del mouse, questi hanno naturalmente suscitato in molti clienti anche un vero e proprio sentimento infantile.

Ex snowboarder Trevor Andrew è il fantasma di Gucci

La collaborazione con il famoso Gucci Ghost è nata nel 2016 e ha suscitato un enorme clamore soprattutto sulla piattaforma Instagram. Dietro il design Gucci Ghost c’è l’ex snowboarder professionista Trevor Andrew, che alcuni anni fa, per disperazione per un costume di Halloween abbinato, ha gettato su un vecchio lenzuolo Gucci, ha tagliato la zona degli occhi e da allora è stato affettuosamente conosciuto come il Gucci Ghost dai suoi amici. Con il suo nuovo soprannome, l’americano ha iniziato a fare graffiti a New York, dove ha rapidamente costruito una grande base di fan con le sue opere su Instagram. Alessandro Michele, capo designer di Gucci, era anche lui un fan e ha conosciuto il “Fantasma Gucci” attraverso amici comuni. Da qui è nata l’idea comune della collezione speciale, lanciata nel 2016. Nel video seguente è possibile vedere l’emozionante collezione nello showroom di New York con una speciale funzione a 360 gradi.

Collaborazione di cappellini da baseball e moda italiana di lusso</h3

La Major League Baseball (MLB) è il più grande campionato di baseball del mondo e i famosi Yankee Caps con il logo di NY sono quasi il marchio di fabbrica. I berretti sono sempre stati di moda e quasi tutti ne hanno avuto uno. Anche la mente creativa che sta dietro a Gucci, Alessandro Michele ama indossare il suo berretto di NY in combinazione con Gucci. Così gli è venuta l’idea di lavorare con la American Baseball League e di disegnare una collezione completa nel design degli Yankees. Il risultato sono cappellini, abiti o accessori e scarpe, che è una mossa intelligente e allo stesso tempo di successo del vero italiano, perché la collezione ha conosciuto un grande clamore e una richiesta ancora più grande.

Interviste a Gucci – Maggiori informazioni sull’etichetta di lusso

Se volete saperne di più sull’etichetta di lusso, potete guardare una delle interviste.

“Rendere bello il pazzo” – motto del capo designer Alessandro Michele

Alessandro Michele è lo stilista capo di Gucci dal 2015 e ha trasformato l’azienda tradizionale con i suoi disegni eccentrici, attirando un target giovane con un alto potere d’acquisto per l’azienda. Che le collezioni a volte anche shock all’inizio fa parte della strategia di marketing. Come in un’intervista pubblicata da Gucci con il titolo “Rendi bello lo strano”, Michele in qualche modo rende sempre gli abiti belli e indossabili. Il video è super interessante e dà una grande visione del lavoro di Alessandro Michele.

L’atteggiamento di Alessandro Michele verso il lavoro e la visione

Ecco anche un’intervista al capo designer di Gucci Alessandro Michele, che lavora per la casa dal 2015. Questa volta accompagnato dal New York Times, l’italiano dà un’occhiata al suo ufficio privato, racconta ciò di cui ha bisogno per essere creativo e la sua visione di Gucci. Molti designer, soprattutto i grandi nomi delle case di lusso, sono timidi o semplicemente non vogliono essere mostrati in un ambiente così privato, ma Michele, nonostante la sua modestia, ama lasciare che le persone facciano parte del suo lavoro, anche per capirlo meglio.

Dapper Dan è una vera icona – è un designer di culto dell’hip-hop ed è conosciuto soprattutto per aver introdotto l’alta moda nel mondo dell’hip-hop. Il settantacinquenne è anche un dichiarato amante di Gucci. Così fu chiaro ad Alessandro Michele che doveva fare una collezione con il New Yorker. Il risultato è una collezione di pezzi da intenditori assoluti in un look retrò newyorkese, che spesso hanno una storia e sono già un cult. Nel video seguente, la rivista online Hypebeast ne porta uno a Dapper Dean nel suo lussuoso studio multimilionario di Gucci nel quartiere newyorkese di Harlem.

Domande e risposte

Ci sono naturalmente molte domande su un marchio così eccitante e leggendario come Gucci. Le domande e le risposte più frequenti si trovano qui.

Chi è il fondatore di Gucci?

Il fondatore di Gucci è stato l’imprenditore italiano Guccio Gucci.

Quando è stato inventato Gucci?

Il marchio Gucci è stato inventato a Firenze nel 1921.

In quale paese è fatto Gucci?

Gucci produce i suoi prodotti nella città di Prato in Toscana, Italia.
Il capo designer del marchio Gucci è l’italiano Alessandro Michele.

Tu puoi trovare maggiori informazioni su Gucci qui:

More Informazioni su Gucci

Il pagina online della casa di moda italiana

Il AccountInstagram.

Il canale ufficiale Youtube channel